Ho questa immagine fissa nella testa di una bimba di cinque anni che spiega alle sua amiche e alle maestre che l’anno prossimo la sua scuola sarebbe stata diversa, così come la sua città, gli amici e probabilmente la vita.

Ricordo perfettamente il primo giorno in questa nuova casa, in una città più grande e con persone che sembravano perfetti sconosciuti, quell’articolo strano davanti ad ogni nome.
Gli anni che passano, la mia famiglia che cambia, mio fratello che cresce, un’altra casa con una camera tutta per me.
Le superiori quando mi nascondevo in un guscio pieno di paure, le giornate di pioggia, scelte sbagliate, gente che va e viene ma che ha contribuito a riempire ogni istante della mia vita, la patente, quei tramonti che si vedono solo da Castel San Pietro.

Le prime cotte e l’immancabile primo amore.
Gli spritz, la nebbia, i treni persi, la consapevolezza di essere cambiata.
Quel volo di sola andata per il Portogallo.

Sono lontana e penso sempre a quanto vorrei tornare, torno e penso che forse va bene non vivere più qui.

La strada giusta la sto ancora cercando ma la mia costante sei tu: Verona, casa.

Un centinaio di parole per descrivere quello che provo io ogni volta che torno e per provare a spiegare che cosa vedere in città, in una giornata di pioggia o di sole, tra i ponti romani e le strade affollate, tra un concerto in Arena e una chiacchiera di fronte ad un prosecco.

ragazza su ponte a verona con vista e fiume

Verona: cosa sapere prima di partire.

Quando visitare Verona

Un week end a Verona è sempre una buona idea, anche nei mesi invernali. Dicembre è il mese dei mercatini di natale, febbraio celebra l’amore e Verona è la città per eccellenza. Da maggio a settembre si respira la primavera insieme all’estate e se siete amanti dell’opera da Giugno l’Arena Di Verona con la sua stagione lirica vi farà sognare.

Verona Card

Per visitare musei,chiese, basiliche, avere accesso a delle visite guidate, entrare in Arena e spostarsi con i mezzi conviene munirsi di Verona Card.

La tessera si acquista in uno dei punti vendita (la lista è presente sul sito ufficiale) e convalidandola dal primo utilizzo sarà attiva per 24 o 48 ore a seconda dell’offerta scelta.

Come raggiungere Verona dall’aeroporto

Il servizio navetta collega l’areoporto Catullo di Verona con la stazione centrale di Verona porta Nuova.
Il biglietto della corsa singola costa 6€.

Qui il link del sito dell’aeroporto per tutti i collegamenti.

arena di verona con piazza

Cosa vedere a Verona: guida della città.

Non c’è mondo per me aldilà delle mura di Verona:
c’è solo purgatorio, c’è tortura, lo stesso inferno;
bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo;
e l’esilio dal mondo vuol dir morte
(W.Shakespeare, Romeo e Giulietta)

 

Non esiste mondo aldilà delle mura di Verona e forse Shakespeare non aveva tutti i torti: arrivati in piazza Brà, la più grande della città, troverete la bellissima Arena: vi sembrerà di conoscerla ma vi assicuro che l’emozione nel vederla da vivo sarà unica.
Immensa, maestosa, diva: fate una passeggiata, ammirate la Gran Guardia,i palazzi del Liston, e palazzo Barbieri (il comune di Verona).
Sedetevi su una panchina di fronte alla fontana e poi entrate.

Consiglio da amica: se ne avete la possibilità andate a vedere un concerto, che sia la lirica o altro.

Proseguendo per via Mazzini, la via dello shopping per eccellenza, arriverete in una delle piazze più belle d’Italia e vi sembrerà di tornare un pò indietro nel tempo: siete in Piazza Delle Erbe.

 

verona vista dall'alto con chiese monumenti

Vista dalla Torre dei Lamberti

 

Salite sulla Torre dei Lamberti per avere una visuale di Verona dall’alto che vi lascerà senza fiato (sopratutto a causa dei 368 scalini)!
Da non perdere: Palazzo Maffei, Palazzo della Ragione, Fontana Madonna Verona.

Da Piazza delle Erbe si accede alla Piazza dei Signori, o meglio conosciuta come Piazza Dante per la grande statua del poeta fiorentino.

Da ammirare Il Palazzo del Cansignorio e la Loggia del Consiglio.

Una breve visita alle Arche degli Scaligeri, i momumenti funebri della famiglia degli Scaligeri in pieno stile gotico.

C’è una cosa che amo fare ogni volta che visito una città: perdermi.
Perdersi nelle viette, tra una strada e l’altra, andando un pò a caso della serie va dove ti porta il cuore.
A Verona è facile, basta seguire l’istinto per scoprire posti che ti portano indietro nel tempo, tipografie, bar, vecchie librerie.

Ponte Pietra, Castel San Pietro e il Teatro Romano

Ponte di epoca romana che si affaccia sul fiume Adige: fate una passeggiata fino in fondo e poi giratevi ad ammirare il panorama. Non ve ne pentirete.

In alternativa prendete la scalinata di fronte al ponte e salite su verso Castel San Pietro, uno dei punti panoramici più belli di Verona.
Tra un gradino e l’altro riuscirete ad ammirare il Teatro Romano che ospita ancora diversi concerti durante la stagione estiva.

 

fiume e vista città

Verona vista da Castel San Pietro

Cosa vedere a Verona: Chiese e Musei.

Girando per il centro storico non potete assolutamente perdervi due delle chiese più belle della città: Il Duomo, la cattedrale di Santa Maria Matricolare e la Basilica di Sant’Anastasia.

Imperdibile anche la Basilica di San Zeno Maggiore, chiesa di epoca romanica, situata in una delle zone più belle della città, contiene la pala d’altare di Andrea Mantegna.
Il tramonto che la illumina non ha eguali.

Si raggiunge attraverso le Regaste San Zeno, una passeggiata lungo il fiume Adige ma con una vista diversa questa volta: su Castel Vecchio.

Da tutt’altra parte della città si trova invece la chiesa di San Fermo Maggiore, che merita di essere visitata almeno dall’esterno.

Castel Vecchio

Castel vecchio merita una sezione a parte, non solo per la sua bellezza ma anche per una delle passeggiate più belle in città attraverso il Ponte scaligero che attraversa l’Adige e porta all’Arsenale di Verona.
Ospita il museo di arte moderna che vale sicuramente una visita.

Casa Di Giulietta.

L’amore, per eccellenza.

La casa di Giulietta sarà anche una delle zone più turistiche della città ma una breve visita per vedere il famoso balcone serve: attraversate via cappello e vi ritroverete i una massa di persone che faranno a gara per avere una foto con la statua di Giulietta (pare che porti fortuna toccare il seno

Se posso dare un consiglio da amica: il giardino e il balcone si, la visita dentro la casa solo se vi resta un pò di tempo.

balcone verona

Dove mangiare a Verona

Che poi è l’argomento che interessa un pò a tutti noi: dove mangiare in questo viaggio?

Dove mangiare a Verona: colazioni e Aperitivi.

  • Pasticceria Flego: per un’ottima colazione.
  • Elk Bakery: se si vuole fare un brunch o sentirsi un pò più internazionali.
  • Pasticceria Wallner: non diciamolo a nessuno ma è una delle mie preferite.
  • Caffè Corsini: ottimo per colazione, apertivo ma anche per pranzo.
  • La mandorla: aperitivo veronese per eccellenza dietro l’Arena di Verona.
  • La Tradission: hanno la birra ichnusa, devo aggiungere altro?
  • Archivio: carino per un dopo cena.
  • Terrazza Bar al Ponte: carino per un aperitvo o un dopo cena con vista su Ponte Pietra.
  • Cappa Caffè: se andate chiedete di andare nel terrazzino.
  • Duchi Cafè: colazione o aperitivo sempre garantito.

Dove mangiare a verona: le migliori Osterie

Ecco quindi un elenco di posticini che negli anni ho collezionato, dove torno sempre volentieri per mangiare quei bigoli che sogno di notte o bere un bicchiere di amarone.

  • Osteria al Duca: centralissimo e alla mano, a volte bisogna aspettare ma non eccessivamente.
  • Osteria Sottoriva: in una delle vie più belle della città.
  • Trattoria pero d’oro: appena fuori ma raggiungibile a piedi, consigliatissimo.
  • Osteria Morandin: con il menù del giorno che non sbaglia mai.
  • Osteria del Bugiardo: credo sia uno dei miei posti preferiti in assoluto. Ideale anche solo per bere un bicchiere.
  • Signor Vino: è una catena ma la qualità dei loro prodotti è sempre ottima.
  • Ristorante Torcolo: uno dei ristoranti del centro che amo sopratutto per il risotto all’amarone.
  • Trattoria Pane e Vino: elegante, raffinata ma con piatti classici della tradizione veronese.

palazzo

Godetevi questa città e bevete uno spritz anche per me!